Articoli marcati con tag ‘Alex Ross’

Avvistamenti legionari: uscite di agosto 2010

mercoledì, 19 maggio 2010
Ascolta con webReader
Legion of Super-Heroes (vol.VI) #4

Legion of Super-Heroes (vol.VI) #4

Senz’altro, qualcuno dei miei milioni di lettori (per la Questura, trentacinque) compirà gli anni tra agosto e settembre: beh, l’elenco delle nuove solicitations DC ha rivelato, tra inediti e ristampe, moltissimi regali potenziali per l’occasione, tutti naturalmente selezionati tra il materiale legato alla nostra amata Legione. Ma, ehi, quando si presenta un piatto così ricco come questo, non è una festa un po’ per tutti gli aficionados?

L’elenco delle proposte di cui sopra è già corposo prendendo in esame i soli albetti: oltre alle nuove uscite dei consueti titoli madre, con Adventure Comics #517 (di Levitz e Sharpe) e The Legion of Super-Heroes (vol. VI) #4 (di Levitz e Cinar), e all’ennesimo episodio del coriaceo spin-off di R.E.B.E.L.S. (vol. II) (di Bedard e St. Aubin), la checklist annuncia infatti ben due gradite sorprese.
Si tratta di Superman/Batman #75 (di Levitz e AA. VV.) e Tiny Titans #31 (di Baltazar e Franco): il primo, celebra i tre quarti di centenario della collana erede di “World’s Finest” con un albo ricco di guest star, tra le quali la Legione; il secondo, delizioso divertissement per tutte le età, vede eccezionalmente tra il cast, assieme alle versioni “bimbe” dei Giovani Titani, una tenera interpretazione di Brainiac 5.

Ma non è finita qui. Sul versante dei volumi, si segnalano altre vere e proprie chicche, da Starman Omnibus vol. 5 HC (di Robinson e AA. VV.), che vede l’alter-ego di Jack Knight incontrarsi in una splendida avventura con lo Star Boy post-Ora Zero, a Showcase Presents: The Legion of Super-Heroes vol. 4 TP (di AA. VV.), che conclude la ristampa economica della fortunata era di Jim Shooter come principale scriba legionario.
I più risparmiatori saranno inoltre lieti di vedere pubblicati, a un anno di distanza dalla versione cartonata, anche i brossurati di Superman: New Krypton vol. 2 TP (di AA. VV.) – con Mon-El – e di JSA: Black Adam and Isis TP (di Johns, Ordway e Eaglesham) – con Starman/Thom Kallor.

Come sempre, nel resto dell’articolo trovate le descrizioni complete dei pezzi appena elencati. La lista completa delle solicitations, invece, è a questo link. (altro…)

Avvistamenti legionari: uscite di marzo 2010

domenica, 27 dicembre 2009
Ascolta con webReader
Superman #698

Superman #698

Dopo l’annuncio ufficiale di qualche giorno fa, il tradizionale appuntamento con le solicitations mensili DC Comics (l’elenco completo è su Comic Book Resources) svela nel dettaglio le coordinate di “Brainiac and the Legion of Super-Heroes”, l’adrenalinico crossover marzolino che vedrà incrociarsi le strade di tutti i membri della Superman Family.
Dopo un prologo su Adventure Comics (vol. III) #8, di Robinson/López, Gates/Henry e Trautmann/Gallo, la storyline esploderà, nell’ordine, su Superman: Last Stand of New Krypton #1 (di Robinson, Gates e Woods),  Supergirl (vol. IV) #51 (Gates, Igle), Superman #698 (Robinson, Chang, Pina) e sul #9 della collana legionaria, che raddoppia una tantum la sua presenza nella checklist.

Il roboare di fuochi d’artificio trasuda anche dalla presentazione di R.E.B.E.L.S. (vol. II) #14, albo che dovrebbe finalmente concludere la noiosissima parabola di Starro il Conquistatore. Chissà se almeno in occasione di questo capitolo finale, illustrato da St. Aubin, lo sceneggiatore Tony Bedard sarà in grado di far accadere qualcosa all’interno della storia. O se verrà invece mantenuto il ritmo narrativo attuale, più floscio di un soufflè scotto. Trepido!

Sul fronte dei volumi, da segnalare solamente Justice Society of America vol. 4: Thy Kingdom Come Part Three TP (Johns, Eaglesham, AA. VV.), per la sola presenza di Starman tra le file dello storico team golden age, e Superboy: The Boy Of Steel HC (Johns, Manapul) per la (probabile) comparsata di Element Lad sullo sfondo del liceo di Smallville.

Per leggere i testi delle solicits ed ammirare le copertine dei comics appena citati, non avete che da cliccare sul link qui di seguito. (altro…)

Avvistamenti legionari: uscite di luglio 2009

mercoledì, 22 aprile 2009
Ascolta con webReader

Leggendo questo interessante articolo di Matthew Elmslie, mi è venuta voglia di riprendere in mano “Legion of Super-Heroes” (vol.IV) annual #3, una storia che è ormai classico per tutti i fan della Legione (chissà quando ci arriverò con la mia analisi storico-critica! di questo passo, sigh, fra un secolo). Confesso che spulciando nella pagina della posta di quell’albo, curata dall’editor di allora Michael Eury, mi è scesa addosso un po’ di tristezza. In risposta alle domande di un lettore, si davano gli annunci di un sacco di nuovi progetti, dalla serie “Legionnaires” alla miniserie su Timber Wolf. E invece, nella checklist delle uscite DC Comics del prossimo luglio, pubblicata online lunedì sera… niente. Nothing. Nada. Zerella.

“Adventure Comics” (vol.II), where art thou? Ancora calma piatta riguardo al lancio di questo nuovo titolo legionario, promesso ormai da mesi. Che l’editore sia in attesa del nuovo Super-crossover di agosto, da sfruttare come trampolino di lancio per questo atteso progetto?
Per giunta, tra i comics annunciati, nemmeno uno dei pochissimi vagamente collegati alla Legione mostra in copertina una prova di tale legame. Si tratta, in ogni caso, di “R.E.B.E.L.S.” (vol.II) #6, Superman #690 e dei volumi di ristampa “Justice Society of America: Black Adam and Isis” HC (con Starman) e “Superman: New Krypton” vol. 2 HC (con Mon-El), di cui trovate le solicitations complete nel resto del post.
Resistere, resistere, resistere!
(altro…)

DC collections autunno-inverno 2009

venerdì, 3 aprile 2009
Ascolta con webReader

In una recente newsletter DC Comics, è stata diffusa la lista del volumi che l’editore newyorkese farà spuntare sugli scaffali delle librerie d’oltreoceano nell’ultimo quadrimestre del 2009.
Nel resto dell’articolo, ecco una veloce carrellata dei titoli che, in qualche modo, potrebbero interessare i Legion junkies: (altro…)

Avvistamenti legionari: uscite di giugno 2009

mercoledì, 25 marzo 2009
Ascolta con webReader

Da poche ore, è stato diffuso online il calendario delle uscite DC Comics previste per il prossimo giugno. Il lungo elenco, consultabile in forma estesa su siti di settore come Newsarama e Comic Book Resources, è purtroppo avido di titoli legati alla Legione. Anche nel 31esimo secolo c’è crisi occupazionale!
In particolare, rispetto alle anticipazioni filtrate negli ultimi mesi, risuona rumorosa l’assenza dalla checklist di “Adventure Comics” (vol.III) #1. Che il lancio di questa nuova serie sia stato vittima dei ritardi di “Final Crisis: Legion of 3 Worlds”, della quale “Adventure Comics” dovrebbe costituire a tutti gli effetti un sequel? Il finale della miniserie di Geoff Johns e George Pérez ha infatti subito l’ennesimo, silenzioso rinvio: il #4 scivola dall’8 aprile al 13 maggio, mentre il #5 slitta dal 13 maggio al 17 giugno. Per ora. Dopo una simile impresa, in teoria il #5 avrebbe dovuto essere dato alle stampe entro dicembre 2008, l’editor di questo progetto è pronto a coordinare gli orari dei treni per le Ferrovie dello Stato.

Nova (vol.IV) #26 (Marvel Comics)

Nova (vol.IV) #26 (Marvel Comics)

Tra i pochi titoli papabili, quello maggiormente collegato al mito legionario è Superman #689, di James Robinson e Renato Guedes, che vede protagonista un giovane Mon-El nelle vesti di paladino temporaneo di Metropolis. Prosegue inoltre lo spin-off R.E.B.E.L.S. (vol.II) #5, di Tony Bedard, ancora una volta illustrato da un nome ospite rispetto a quello del titolare Andy Clarke. Le storie di entrambi questi albi sono ambientate nel presente del DC Universe.
Chi non avesse già letto questa splendida storia nelle precedenti edizioni, sarà felice dell’annuncio dell’edizione in brossura di “Superman and the Legion of Super-Heroes”, prevista per luglio. Questa saga di Johns e Gary Frank rispolvera la Legione pre-Crisis per il pubblico moderno, e funge da fondamenta per tutte le future apparizioni del team futuribile. Personalmente, la consiglio a spada tratta!
Per i più irriducibili Legion-junkies, non resta che citare Booster Gold #21 di Dan Jurgens (il protagonista vola grazie a un Flight Ring rubato, that’s all) e il massiccio Absolute Justice HC, di Jim Krueger, Doug Braithwaite e Alex Ross, che vede la Legione comparire verso la fine in una doppia splash page mozzafiato. Attenzione, però: quest’ultimo volume è stato annunciato in notevole anticipo e sarà sugli scaffali solo a partire da novembre.

Sempre restando nell’ambito delle solicitations per giugno 2009, mi diverte concludere menzionando un’uscita Legion-related pescata dal catalogo… Marvel Comics!
Si tratta di Nova (vol.IV) #26, realizzato dagli ex-scriba legionari Dan Abnett e Andy Lanning e dall’affidabile matita dell’italiano Andrea Di Vito. L’albo rientra nelle maglie del crossover “War of Kings”, cronaca dell’ennesimo conflitto tra le razze aliene dei Kree e degli Shi’Ar. Anche Nova avrà diritto a un posto in prima fila al fronte, dove a quanto pare dovrà affrontare l’intera Guardia Imperiale degli Shi’Ar: un gruppo, creato nel 1977 da Chris Claremont e dal compianto Dave Cockrum, che nasce come strizzata d’occhio alla Legione dei Super-Eroi, il cui look anni Settanta richiama ancora oggi in maniera piuttosto evidente. Come salta all’occhio già dalla bella copertina dell’albo, riportata qui a fianco in una miniatura, ad opera dell’iberico Daniel Acuña.

Nel resto dell’articolo, le cover e i testi integrali delle solicitations DC Comics appena segnalate.
(altro…)

Alan Moore: e se dopo Watchmen… la Legione?

venerdì, 6 marzo 2009
Ascolta con webReader
Alan Moore

Alan Moore

Dopo una lunghissima gestazione, esce oggi nelle sale cinematografiche italiane l’atteso Watchmen, lungometraggio ispirato alla celebre miniserie DC Comics realizzata tra il 1986 e l’87 da Alan Moore e Dave Gibbons. E, personalmente, non credo che vorrò mai vedere questa pellicola.
L’opera originale, la cui lettura è decisamente consigliata dal sottoscritto anche a chi non leggesse comics d’abitudine, è strutturata in modo da dipendere a tal punto dalla gestalt del medium fumetto da rendere secondo me fallimentare a prescindere qualsiasi tentativo di trasposizione in altre forme. Un film che volesse ridurre una struttura del genere non potrebbe che essere paragonabile, a mio avviso, a una mostra fotografica di libri braille: nella conversione dal tattile al visivo, sarebbe inevitabile la perdita di tratti di fondamentale complessità dell’oggetto originale.
Volendo dirla con un esempio terra terra, Watchmen è un po’ come i telefilm del tenente Colombo, il simpatico investigatore intepretato da Peter Falk. In ogni episodio di quel serial, lo spettatore viene messo a conoscenza dell’identità dell’assassino di turno fin dal principio. Il bello sta quindi nell’osservare il meccanismo dell’indagine, il modo in cui il killer viene lentamente incastrato da parte dell’astuto Colombo. La graphic novel di Moore e Gibbons è un po’ così: la trama è stupenda, avvincente e ricchissima di spunti, sì, ma è il modo in cui questa si dipana a fare di Watchmen un vero capolavoro, attraverso una narrazione per livelli sovrapposti, testuali e visivi, come solo il fumetto avrebbe potuto concedere. Per cui, in sintesi, proprio non mi importa di vedere un riassunto della trama di Moore ma recitato da attori in carne ed ossa. La vivrei come una perdita di tempo. Ma questa è solo la mia opinione.
Per i più curiosi, in ogni caso, segnalo questa succosa recensione in anteprima, redatta da Dario Beretta per il sito-madre di questo blog, il mirabolante Glamazonia.

Acquista ORA il fumetto originale di Watchmen!

Sì, ma cosa c’entrano Rorschach, il Dottor Manhattan e compagnia bella con la Legione dei Super-Eroi? Il legame è evidente nel palmares degli autori di Watchmen, che hanno entrambi lavorato almeno una volta, nel corso della loro lunga carriera, sulla serie oggetto di studio di questo sito.
Gibbons, ad esempio, ha illustrato nel 1983 una delle storie chiave della continuity di quegli anni, quella del matrimonio tra la Principessa Projectra e Karate Kid. Il lungo episodio, sceneggiato da Paul Levitz, è edito su Legion of Super-Heroes (vol.II) annual #2. Meno fulgida, invece, la backup story del 2005 su Legion of Super-Heroes (vol.V) #4, realizzata su testi di Mark Waid, dalle matite piuttosto svogliate e frettolose.
Moore, invece, ha giocato con i legionari in una sola occasione che io ricordi, ma una coi fiocchi. Mi riferisco all’apparizione sulle pagine di Superman (vol.I) #423 (1986), primo capitolo dell’ultima, indimenticabile avventura dell’Uomo d’Acciaio della Silver Age: “Whatever happened to the Man of Tomorrow?”. La lunga sequenza con la Legion, strappalacrime, si rivela peraltro fondamentale alla risoluzione finale del formidabile racconto. I disegni, in questo caso, sono curati in tandem nientemeno che da due tra i più influenti architetti dell’immaginario visivo transgenerazionale dei lettori DC Comics, Curt Swan e George Pérez.

Una cosa che forse non tutti sanno è quanto Alan Moore sia davvero, o almeno così pare, un appassionato amante della Legione! Come, a onor del vero, di tutta la galassia del Superman degli anni Cinquanta e Sessanta. A dimostrarlo, oltre al succitato racconto dell’86, è la saga meta-fumettistica del “supermaneide” Supreme (1996), all’interno del cui pantheon di comprimari spicca La Lega dell’Infinito, gruppo di non celata ispirazione legionaria.
Purtroppo, la League of Infinity è quanto di più vicino a un’ulteriore rappresentazione degli eroi DC del 31esimo secolo sarà mai possibile sperare da parte del Bardo di Northampton. Eppure nel 1987, poco dopo la conclusione di Watchmen, Moore è stato a un passo dal coinvolgere la Legione in un progetto da lui stesso concepito, un company crossover intitolato “Twilight of the Super-Heroes“. Una saga epica e sconvolgente che, purtroppo, non ha mai visto la luce.
Ma qual era il tema di “Twilight”? E quale sarebbe stato il ruolo della Legion all’interno di questo evento? Per saperlo, cliccate sul link qui di seguito e proseguite la lettura del post! (altro…)