Posts Tagged ‘Superman’

James Robinson, Mon-El e il “fumetto di formazione”

domenica, maggio 17th, 2009
Ascolta con webReader
Tellus affronta Mon-El in "Legion of Super-Heroes" (vol.III) #26, disegni di Greg LaRocque

Tellus affronta Mon-El in "Legion of Super-Heroes" (vol.III) #26, disegni di Greg LaRocque

Come sottolineato di recente dallo scriba legionario Geoff Johns, negli ultimi mesi la collana “Superman” sta ospitando numerose trame di vivo interesse per tutti gli amanti del franchise futuribile DC per eccellenza. Autore della serie è il bravo James Robinson, salito sugli altari negli anni Novanta per il suo celebre impegno su “Starman” (vol.II) e da poco tornato al mondo dei comics dopo una pausa come screenwriter hollywoodiano.
Lo sceneggiatore inglese è alle prese con un compito difficile, quello di trainare una collana priva del suo stesso protagonista. Infatti, l’azzurrone ha lasciato la Terra per New Krypton, abdicando il ruolo di paladino di Metropolis ad alcuni fidi gregari come il nostro Mon-El.
Jeffrey Renaud di Comic Book Resources ha svolto con Robinson una lunga chiacchierata su questo tema, il cui risultato è l’articolo leggibile per intero a questo link. Eccone, intanto, i soli estratti Legion-related:

CBR: In “Superman” #687, Guardian says of Mon-El, “He’s not as elegant as Superman in the way he handles things… but he gets the job done.” Do you think that pretty much sums up the character?

James Robinson: The one thing, unfortunately, that really isn’t going to be a big surprise is that at some point, down the line, Mon-El is going to have to face the Phantom Zone, so that he can be the Mon-El that we know in the 30th century. Now, it occurred to me that it seems very inconsistent. Mon-El is actually an explorer. He’s not a superhero. He arrives on Earth and he’s almost immediately put into the Phantom Zone. And he’s stuck in there and when he appears in the future, and I know this is comics, but he’s pretty much fully formed as a Legionnaire. So this explains how he left to become the hero that he will be.

Metropolis of the 21st century is Mon-El’s training ground to become the legendary Legionnaire of the 31st century?

Yes, this is his training ground and it takes, through Superman, his powers, his abilities and the experience and wisdom of Jim Harper, the Guardian, to prepare him to just about fill Superman’s shoes. And you’ll see how, as book goes on, he becomes more and more the hero we know him to be in the future.

The book you’ve created has the feel of a team book. You’ve got Guardian, Mon-El, Black Lightning and Steel. Superman’s shoes are big ones to fill, but are you having fun with all these other toys from the DC sandbox while making them into a de facto team protecting Metropolis?

It’s a lot of fun. At the moment, it’s me getting all the pieces in place. Mon-El falling out of the sky at the end of the issue you just read [“Superman” #687] has ramifications that will make him a very different character. I place a lot of the credit on the shoulders of Dan DiDio. He didn’t want me to just write a Mon-El book. He asked me what is it that makes Mon-El unique? What makes him special? What makes him interesting and not just a watered down version of Superman? He really sort of set me some challenges. And I think I rose to the occasion but it was really him sort of pushing me to do more. As you see with the next issue and as we’re building to the crossover in August there’s more shades to this character than you might have thought.

Superman has to come back to “Superman” at some point. Is the hope that Mon-El is ready to star in his own book when that happens?

Well, honestly, I personally feel that he only has a certain sort of shelf life before he has to go back into the Phantom Zone. There are some stories that could be very nicely told about him that are less sort of Metropolis-centric. My ideal goal is to make him popular enough so that when Superman does return to the book, Mon-El at least gets a maxiseries or a miniseries that will lead to him going back into the Phantom Zone.

Colto da un raptus pubblicitario, Robinson ha inoltre diffuso i primi dettagli su “Codename: Patriot”, il crossover che coinvolgerà tutte le collane dell’Uomo d’Acciaio il prossimo agosto. La storia, realizzata a quattro mani con Greg Rucka, coinvolgerà inevitabilmente l’alter-ego di Lar Gand, anche se il personaggio non viene menzionato dagli autori nel corso delle interviste rilasciate a Newsarama e Comic Book Resources.

Ma il giovane daxamita non è l’unico eroe del XXXI° secolo ad aver trovato posto nel cast di “Superman”. Nei numeri in uscita nei prossimi mesi, infatti, avrà spazio anche l’alieno xenomorfo di nome Tellus, creato da Paul Levitz e Steve Lightle nel 1985 su “Legion of Super-Heroes” (vol.III) #14.
A confermare questo gradito ritorno, se non bastassero i numerosi indizi già disseminati da Robinson nelle sue storie degli ultimi mesi, ci ha pensato anche Johns, che così ha scritto nella sua pagina personale sul social network Twitter:

With @JamesdRobinson at a Mexican Bar plotting Legion stuff. No food, just drink and Tellus.

La prossima uscita di “Superman” sarà il #688, previsto nella checklist per mercoledì 27 maggio.

Nuove immagini di “Final Crisis: Legion of 3 Worlds” #4

giovedì, aprile 16th, 2009
Ascolta con webReader

Evidentemente impietosito dalla sofferenza dei fan, estuenuati dagli epici ritardi nelle uscite di “Final Crisis: Legion of 3 Worlds”, il generoso Geoff Johns ha diffuso tramite il suo sito una nuova immagine in anteprima del #4.
Questa volta, rispetto al precedente di qualche giorno fa, si tratta di una sequenza già passata tra le mani del colorista, a testimonianza dell’effettivo procedere dei lavori. Ecco come lo stesso Johns commenta la preview, che è possibile ammirare nella miniatura qui in basso:

The long-awaited fourth issue…is just about done! Here’s a look at a few panels I’ve got on my desktop…
Sweet, huh? George, Scott and Hi-Fi lit it up! (And, yes, Bart’s eyes will be yellow in the final book!)
For all fans of Bart Allen, you’re going to want to check this out.

Che dire se non che io per primo non vedo l’ora di leggere questo fumetto? Su, DC, sbrigati a pubblicarlo!

Una nuova anteprima di "Final Crisis: Legion of 3 Worlds" #4, disegni di George Pérez. Clicca sull'immagine per ingrandirla

Una nuova anteprima di "Final Crisis: Legion of 3 Worlds" #4, disegni di George Pérez. Clicca sull'immagine per ingrandirla

DC collections autunno-inverno 2009

venerdì, aprile 3rd, 2009
Ascolta con webReader

In una recente newsletter DC Comics, è stata diffusa la lista del volumi che l’editore newyorkese farà spuntare sugli scaffali delle librerie d’oltreoceano nell’ultimo quadrimestre del 2009.
Nel resto dell’articolo, ecco una veloce carrellata dei titoli che, in qualche modo, potrebbero interessare i Legion junkies: (altro…)

Edicola legionaria: uscite del 25/3/2009

domenica, marzo 29th, 2009
Ascolta con webReader

Dopo il vuoto della scorsa settimana (uscite del 18 marzo), nella quale il legionometro ha segnalato giusto la comparsa di un omonimo del magnate futuribile Leland McCauley sulle pagine di “Azrael: Death’s Dark Knight” #1, questo mercoledì l’edicola legionaria è tornata a pieno regime, presentando sugli scaffali ben due oggetti di pura Legion goodness.
In primis vorrei segnalare Showcase Presents: Ambush Bug vol.1 TP, tomo brossurato e in bianco e nero che raccoglie le prime, storiche apparizioni del buffo personaggio ideato nei primi anni Ottanta da Keith Giffen. Si tratta perlopiù di storie di taglio ironico o addirittura parodistiche, e la Legione compare perlopiù in occasione di qualche cameo. Consigliato ai fan più sfegatati del brillante artista newyorkese, autore di gran parte del materiale presenti nel volume.
Più succosa per i Legion-junkies è invece l’uscita di Superman #686, se non altro in quanto presenta un’avventura inedita, con protagonista un giovane Mon-El finalmente libero dalla prigione della Zona Fantasma. Per i più curiosi, è possibile visualizzare un’anteprima dell’albo a questo link. I lettori ancora più curiosi possono buttarsi, in aggiunta, anche sulla recensione pubblicata nel resto dell’articolo! (altro…)

Avvistamenti legionari: uscite di giugno 2009

mercoledì, marzo 25th, 2009
Ascolta con webReader

Da poche ore, è stato diffuso online il calendario delle uscite DC Comics previste per il prossimo giugno. Il lungo elenco, consultabile in forma estesa su siti di settore come Newsarama e Comic Book Resources, è purtroppo avido di titoli legati alla Legione. Anche nel 31esimo secolo c’è crisi occupazionale!
In particolare, rispetto alle anticipazioni filtrate negli ultimi mesi, risuona rumorosa l’assenza dalla checklist di “Adventure Comics” (vol.III) #1. Che il lancio di questa nuova serie sia stato vittima dei ritardi di “Final Crisis: Legion of 3 Worlds”, della quale “Adventure Comics” dovrebbe costituire a tutti gli effetti un sequel? Il finale della miniserie di Geoff Johns e George Pérez ha infatti subito l’ennesimo, silenzioso rinvio: il #4 scivola dall’8 aprile al 13 maggio, mentre il #5 slitta dal 13 maggio al 17 giugno. Per ora. Dopo una simile impresa, in teoria il #5 avrebbe dovuto essere dato alle stampe entro dicembre 2008, l’editor di questo progetto è pronto a coordinare gli orari dei treni per le Ferrovie dello Stato.

Nova (vol.IV) #26 (Marvel Comics)

Nova (vol.IV) #26 (Marvel Comics)

Tra i pochi titoli papabili, quello maggiormente collegato al mito legionario è Superman #689, di James Robinson e Renato Guedes, che vede protagonista un giovane Mon-El nelle vesti di paladino temporaneo di Metropolis. Prosegue inoltre lo spin-off R.E.B.E.L.S. (vol.II) #5, di Tony Bedard, ancora una volta illustrato da un nome ospite rispetto a quello del titolare Andy Clarke. Le storie di entrambi questi albi sono ambientate nel presente del DC Universe.
Chi non avesse già letto questa splendida storia nelle precedenti edizioni, sarà felice dell’annuncio dell’edizione in brossura di “Superman and the Legion of Super-Heroes”, prevista per luglio. Questa saga di Johns e Gary Frank rispolvera la Legione pre-Crisis per il pubblico moderno, e funge da fondamenta per tutte le future apparizioni del team futuribile. Personalmente, la consiglio a spada tratta!
Per i più irriducibili Legion-junkies, non resta che citare Booster Gold #21 di Dan Jurgens (il protagonista vola grazie a un Flight Ring rubato, that’s all) e il massiccio Absolute Justice HC, di Jim Krueger, Doug Braithwaite e Alex Ross, che vede la Legione comparire verso la fine in una doppia splash page mozzafiato. Attenzione, però: quest’ultimo volume è stato annunciato in notevole anticipo e sarà sugli scaffali solo a partire da novembre.

Sempre restando nell’ambito delle solicitations per giugno 2009, mi diverte concludere menzionando un’uscita Legion-related pescata dal catalogo… Marvel Comics!
Si tratta di Nova (vol.IV) #26, realizzato dagli ex-scriba legionari Dan Abnett e Andy Lanning e dall’affidabile matita dell’italiano Andrea Di Vito. L’albo rientra nelle maglie del crossover “War of Kings”, cronaca dell’ennesimo conflitto tra le razze aliene dei Kree e degli Shi’Ar. Anche Nova avrà diritto a un posto in prima fila al fronte, dove a quanto pare dovrà affrontare l’intera Guardia Imperiale degli Shi’Ar: un gruppo, creato nel 1977 da Chris Claremont e dal compianto Dave Cockrum, che nasce come strizzata d’occhio alla Legione dei Super-Eroi, il cui look anni Settanta richiama ancora oggi in maniera piuttosto evidente. Come salta all’occhio già dalla bella copertina dell’albo, riportata qui a fianco in una miniatura, ad opera dell’iberico Daniel Acuña.

Nel resto dell’articolo, le cover e i testi integrali delle solicitations DC Comics appena segnalate.
(altro…)

Bragalini si fa la Legione

mercoledì, marzo 4th, 2009
Ascolta con webReader

Lo scorso febbraio a New York si è svolta una delle comiconvention più importanti d’oltreoceano. A visitarla, oltre alle inevitabili valanghe di appassionati fumettofili, anche parecchi autori o aspiranti tali, in cerca di un contatto diretto con editori del calibro di Marvel e DC Comics. E’ dura sfondare nel comicdom, ed eventi come quelli delle fiere sono da sempre una vetrina utile anche solo per tessere delle reti di contatti “giusti”.
Tra i molti pionieri italiani che hanno invaso la Grande Mela in quel periodo, anche il mio caro amico Alessandro Bragalini, il quale, dopo aver pubblicato per Image Comics e Dark Horse, può ormai definirsi più di un semplice “wannabe”. Ale si è recato alla comicon con un polposo portfolio, arricchito poco prima della partenza per gli States da una breve sequenza di tavole con protagonisti alcuni personaggi DC. La “storiella” in questione, sceneggiata grossolanamente dal sottoscritto, non poteva che vedere un’apparizione, pur breve, della Legion of Super-Heroes.
Col permesso di Alessandro, colgo l’occasione per pubblicare su questo blog una delle tavole cui accennavo, in tutto il suo splendore. La scena rappresentata vede Starman, alias Thom Kallor, spedire nel 31esimo secolo un temibile avversario che fino a quel momento stava mettendo in seria difficoltà lui e il resto della Justice Society. Giunto nel futuro, il mostruoso villain si ritrova di fronte un comitato di benvenuto niente male, nea forma di alcuni legionari che lo attendono con tanto di proiettore della zona fantasma. Adieu, monsieur monstre!
E’ sempre un piacere ammirare un disegno di Ale, specie quando il soggetto è per me così affascinante. Chissà che non riesca a convincerlo a disegnare la Legione qualche altra volta!
.

Superman e la Legione dei Super-Eroi. Disegno di Alessandro Bragalini

Superman e la Legione dei Super-Eroi. Disegno di Alessandro Bragalini

Edicola legionaria: uscite del 25/2/09

martedì, marzo 3rd, 2009
Ascolta con webReader

Diversamente alla prassi del Belpaese, negli States i fumetti escono tutti quanti nello stesso giorno, il mercoledì. Ad essere onesto non saprei dire se si tratti di una scelta per tradizione o di una mera conseguenza del fatto che i comics siano distribuiti sul territorio americano da una sola azienda, la Diamond, che avrebbe quindi tutto l’interesse a risparmiare sui trasporti. Fattostà che per tutti gli appassionati il terzo giorno della settimana è ormai sinonimo di novità fumettose, e il semplice suono della parola “wednesday” provoca ormai in molti lettori effetti simili a quelli riscontrati da Pavlov nel corso dei suoi celebri esperimenti sul comportamento animale.
Tutto ciò per introdurre “Edicola legionaria“, la rubrica di recensioni in breve che, un mercoledì dopo l’altro, si occuperà di tastare il polso all’attuale produzione DC Comics relativa alla Legione dei Super-Eroi. Cosa succede nelle storie appena edite oltreoceano? E, soprattutto, vale la pena di procurarsele? La risposta a questi ed altri quesiti di alta filosofia in questa e nelle future puntate.
Prima di iniziare, due parole sulla scelta di occuparsi degli albi novità solo in breve, piuttosto che attraverso la lente d’ingrandimento riservata invece alle storie silver age del percorso “storico-critico”. Per non creare confusione nei lettori e per rendere più chiaro il cammino della “lettura storico-critica”, preferisco non applicare quel tipo di approccio “a tappeto” ma secondo un criterio ben preciso, quello cronologico. Inoltre, il tempo è tiranno e mi sarebbe materialmente impossibile aggiornare con regolarità questo blog se decidessi di sviscerare ogni singolo albo legion-related in uscita.
Ed ora, pronti? Per proseguire la lettura cliccate il link qui di seguito, ma attenzione agli spoiler! (altro…)