Articoli marcati con tag ‘Toronto Fan Expo’

Fan Expo, BCC ’10: la Legione dice addio ad “Adventure Comics”

giovedì, 9 settembre 2010
Ascolta con webReader
Il teaser di "Flashpoint"

Il teaser di "Flashpoint"

Un’importante notizia legionaria frange, come un fulmine, il cielo di Toronto. Ce la riporta il sito Comic Book Resources, dritta dritta dalla conferenza DC Comics tenutasi alla recente convention del Fan Expo:

DiDio himself revealed that a new character would be headlining “Adventure Comics” after the superstar team of writer Geoff Johns and artist Andy Kubert completed next summer’s “Flashpoint” event miniseries.

In sostanza, una volta terminato “Flashpoint”, l’evento DC del 2011, la Legione dei Super-Eroi lascerà le pagine di “Adventure Comics” (vol. III), dove attualmente occupa il ruolo di feature principale con una saga retrospettiva di Paul Levitz e Kevin Sharpe.
È un annuncio, questo, che tutti i Legion-junkies sotto sotto già conoscevano: “The Early Years” è stata proposta fin dall’inizio come un progetto temporaneo, eventualmente estendibile solo in caso di grande successo – una possibilità, quest’ultima, che l’infima qualità di storie e disegni ha ben pensato di scongiurare a monte.
Viene da chiedersi se “Adventure Comics” e la Legione saranno in qualche modo coinvolti in “Flashpoint”, storia che pare avere a che fare coi viaggi nel tempo o qualcosa di simile, o se il fatto di aver indicato la saga di Geoff Johns ed Andy Kubert come spartiacque tra il vecchio e il nuovo corso dell’antologica DC sia legato ad altro.

Tuttavia, pur destinati a vedere dimezzata la loro presenza mensile sugli scaffali, Saturn Girl e soci potrebbero iniziare un’occasionale presenza tra i comprimari di “Superboy” (vol. IV), imminente collana di Jeff Lemire e Pier Gallo. Lo si è lasciato intuire ad un’altra convention, il Baltimore Comic-Con, come testimonia la sequente citazione dal solito report di CBR:

Will either Superboy or Supergirl be recurring “Legion” characters? Lemire’s “Superboy” is starting soon and you never have any idea who’ll turn up there, the panel teased.

Beh, meglio che niente, no?

Scampoli di fine anno: gli autori

mercoledì, 30 dicembre 2009
Ascolta con webReader
Copertina di "Under the dome", l'ultimo romanzo di Stephen King (2009)

Copertina di "Under the dome", l'ultimo romanzo di Stephen King (2009)

Seconda puntata della mia raccolta di scampoli, notizie e curiosità legionarie raccolti qua e là negli ultimi mesi e rimasti fino ad oggi chiusi nel cassetto in attesa di tempi di magra. Questa volta, si parla di autori; per domani, tenete pronte le papille a una deliziosa galleria d’arte.

Durante la convention Fan Expo Canada, tenutasi a Toronto lo scorso settembre, è emerso un bizzarro aneddoto sulla vita matrimoniale di Paul Levitz, futuro sceneggiatore di “Adventure Comics” (vol. III). No, nulla di pruriginoso, per l’amor del cielo! A meno che non siate anche voi, come lo scriba newyorkese, dei feticisti delle edizioni internazionali dei comics DC.
Ecco come andarono i fatti, secondo il report di Comic Book Resources:

Levitz, while on his honeymoon in Greece, temporarily abandoned his new bride to track down his own work from “Legion of Super-Heroes” in Greek.

Sempre a proposito dell’ex President & Publisher DC, il blog Comics Should be Good ha da poco nominato tra le 100 migliori storylines del secolo proprio una delle opere più famose di Levitz, la celebre “Great Darkness Saga” (1982). Stando alle preferenze dei frequentatori del sito, la storia, illustrata da Keith Giffen, si è piazzata addirittura all’undicesimo posto, a un passo dalla top 10. Complimenti, Paul!

Il blog della fumetteria Westfield Comics ha pubblicato un lungo articolo di KC Carlson, ex editor della Legione ai tempi del reboot del ’94. Carlson, oltre a commentare il recente rilancio del team futuribile da parte di Geoff Johns, riflette a 360 gradi sul franchise, analizzandone pregi e difetti. Una lettura interessante, e da commentare, per ogni aficionado.

Concludo con una brillante osservazione del blogger Get-a-life Boy, che ha di recente dedicato un post all’ultimo lavoro del maestro del brivido Stephen King, Under the dome.
Il romanzo, a quanto pare, narra la vicenda di una città che, rimasta intrappolata sotto una bolla di vetro, subisce la dittatura della malavita locale. Una trama molto simile, in effetti, a quella ideata nel lontano 1968 da Jim Shooter e Mort Weisinger, nel celebre duetto di storie edito sui nn. 369 e 370 di Adventure Comics (vol. I). La storica avventura a fumetti, illustrata da Curt Swan e Jack Abel, vede Superboy e soci difendere Smallville dalle macchinazioni del perfido Mordru: un classico della Legione. Been there, done that, Stephen!

Toronto Fan Expo ’09: “Rebuilding the Legion”

lunedì, 31 agosto 2009
Ascolta con webReader

Intervistato dal sito Newsarama, Dan DiDio, editor supremo del DC Universe, ha diradato le nebbie attorno alla logica di raccolta in volume delle “co-features”. Cioè della new wave di care, vecchie, backup stories, tra le quali sopravvive attualmente anche il comic della Legione:

Newsarama: Have plans been made on how the current back-up features in monthly issues will be collected in trade or hardcover format?

Dan DiDio: [...] We will be collecting the second features separately, in most places. I think there will probably be, in regards to Green Arrow and Black Canary, they’ll be collected together because of how closely they tie together. But with some of the other books, like Blue Beetle and Manhunter and such, they’ll be collected independently. And then, on the rare occasion where the second feature might crossover with the lead feature, then that story will probably fall within both collections. At least that’s the discussion we’re having right now.

Pur non avendo molta voce in capitolo negli uffici di chi pianifica paperback e affini, DiDio ha fatto comunque capire che le cose non sono ancora definite in toto. Allo stato attuale delle cose, le storie d’appendice dovrebbero essere ristampate perlopiù in tomi dedicati.
Unica eccezione, eventuali casi di particolare commistione tra le feature di una stessa testata. E, a giudicare dalla lettura di “Adventure Comics” (vol. III) #1, si direbbe proprio che la serie dedicata alla Legione sia destinata a rientrare in questa seconda categoria.

Nel frattempo, al Toronto Fan Expo, il topic del rilancio legionario è stato toccato da DiDio anche nel corso della consueta conferenza “DC Nation”:

When the floor opened up to other topics, someone inquired whether there were plans to expand on the Legion of Superheroes?

“The problem with Legion of Superheroes is the big cast and my biggest personal problem was the lack of Superboy and the inspiration for the team,” offers DiDio. “That was so key to the origin and so key to so much going on there that without that, without Superboy to inspire the team, it lost its own purpose and just became a team. It was something set in the future, but it didn’t have a real tether to what was going on in the DC Universe currently. What we are trying to do is rebuild that time, rebuild that sensibility, and hopefully rebuild a Legion that is a strong powerful set of characters in the DC U again.”

In sostanza, credo che le intenzioni e l’idea di fondo siano lodevoli. Certo che, a 4 tavole per volta, la ricostruzione del franchise futuribile sarà estremamente lunga e dispendiosa…