Articoli marcati con tag ‘Lois Lane’

Bits of legionnaire business /3

mercoledì, 31 agosto 2011
Ascolta con webReader
Art by Shamus Beyale

Art by S. Beyale

Pur non avendo preventivato a suo tempo una pausa per il blog, rieccoci ora dopo circa trenta giorni di stop. Magari il cambio di programma fosse stato colpa delle ferie, ma solo degli impegni. Sigh. È bello però potersi rituffare ora nel 31esimo secolo: sognare, dopotutto, può essere a suo modo rilassante come e più di una vacanza.
E voi invece, cari Legion-junkies (sì, ce l’ho con entrambi), avete preso un po’ di sole? Magari portandovi in spiaggia qualcuna delle letture della nostra Biblioteca, da poco aggiornata alle ultimissime uscite USA? Scatenate pure recensioni e amarcord nei commenti!

In attesa del vostro feedback, do inizio al recupero delle notizie accumulate nelle ultime settimane (ho nel database le bozze di oltre 20 articoli, tutte cariche di link e immagini) con un pastiche di curiosità e scampoli: per riprendere il ritmo, meglio iniziare per gradi.

ITEM! Sul suo profilo Facebook, Pete Woods ha commentato sulle modalità di realizzazione da parte sua delle tavole di “Legion Lost” (vol. II), il cui primo numero uscirà negli States fra pochi giorni. Meglio lavorare in digitale, ha scoperto l’ex penciler di “Action Comics”, che si è convertito a questo metodo dopo aver illustrato in maniera tradizionale i primi due episodi della sua ultima fatica:

Well, I think I’m switching back to digital only art as of Legion Lost issue 3. I’ll keep doing covers traditionally for now, but I just prefer working digitally and I like he results better. For those that are interested I will be trying to find an art dealer for issues 1 and 2 come September.

ITEM! Nell’ennesima intervista promozionale per il lancio di “Action Comics” (vol. II), Grant Morrison ha dichiarato ai ragazzi di Comics Alliance che la Legione potrebbe avere un ruolo importante nella struttura del primo story arc della Super-ammiraglia:

CA: And after the first arc, we’re going to be catching up the present day?

GM: Pretty much. Actually, the whole thing is much more complex than that, because I wanted to do a big story involving time. It’s got the Legion in there — a slightly different version — and it’s a big timeloop story. So we’re seeing some of the past stuff, then we cut to the present, and then we go back to areas in the past so it’s really a big, big story in the same way I did with Batman, telling the entire story of Superman’s life but in a different way from Batman, which was much more linear and drawing on the elements of the past. This one’s actually quite dynamic and moves through his life, and it’s kind of Superman’s life as seen from a five-dimensional perspective.

ITEM! Sempre a proposito dell’Uomo d’Acciaio, Comics Alliance ha pubblicato un sunto a fumetti della vita del Superman post-Crisis, aggiornato alle ultime rivoluzioni di continuity prima del reboot di settembre. Ovviamente, non poteva mancare un cameo della Legione: date un’occhiata alla strip (a questo link, la seconda parte), vi strapperà un sorriso.

ITEM! Strano ma vero, il blog MTV Geek ha citato “R.E.B.E.L.S.” (vol.II) come una delle migliori collane del 2011. Possibile che la classifica sia stata stilata dai ragazzi di Jersey Shore? Il gusto critico parrebbe proprio quello.

Sadly cancelled by DC, but for its runtime, R.E.B.E.L.S. was one of the best cosmic set books we’ve ever read. Pitting super smart a-hole Brainiac 2 against super strong a-hole Starro the Conqueror was a stroke of genius for author Tony Bedard. But it’s the politics and intrigue that made this book so exciting, and Brainiac manipulates the entire universe into hiring his private security force. Inspired writing, and fun where most cosmic books were series, R.E.B.E.L.S. will be sorely missed.

ITEM! Chris Samnee, attuale disegnatore di “Captain America & Bucky” (Marvel Comics), ha festeggiato il millesimo del suo blog con questo eccezionale scrizzo Legion-related. Che potrebbe costituire lo spunto per una fantastica storia… se solo alla DC non preferissero occuparsi di fumetti gore e horror, of course.

ITEM! I celebri baffi di Paul Levitz sono stati immortalati da Shamus Beyale in un poster dal gusto molto grafico mostrato in minatura da Comics Alliance. Peccato che lo scriba del “volume seven” se li sia da poco tagliati!

ITEM! Concludo con la segnalazione di un delizioso blog, DC Fifty-Too, nel quale un nutrito gruppo di artisti si è riunito per proporre la loro versione dei “new 52″, i titoli dell’imminente rilancio DC Comics.
Tra le numerose copertine apocrife proposte, quella di Anthony Vukojevich ritrae, al fianco di Lois Lane, alcune delle più amate legionarie: potete ammirare l’immagine a questo link.

Da Action Comics #900: Superman e la Legione in italiano!

mercoledì, 27 aprile 2011
Ascolta con webReader

Quello che state leggendo è il 300esimo articolo di questo blog: che cavalcata, eh, ragazzi!

Per festeggiare l’evento, già segnalato in pompa magna dalle agenzie stampa di Groenlandia, Papuasia e Nuova Guinea, ho deciso di raccogliere un’occasione fornitami da un altro anniversario, di poco più importante, casualmente verificatosi in contemporanea: quello dei 900 (!) numeri di “Action Comics”, scoccato con l’albo uscito proprio stamani negli States.

Nelle (numerose) pagine del floppie-evento, è infatti contenuta una brevissima ma deliziosa storia di Superman e la Legione, ad opera di Geoff Johns e del maestro Gary Frank: nel box in basso, ne trovate un’amatoriale traduzione italiana, realizzata non a scopo di lucro dallo staff di Glamazonia.it.
Per visualizzare le immagini nel box a dimensioni più leggibili, basta cliccarci sopra una volta con il mouse.

Buon anniversario a tutti!

Lois Lane: “Il futuro, questo sconosciuto”

giovedì, 8 ottobre 2009
Ascolta con webReader

Tra il totale disinteresse dei buongustai, lo scorso 25 settembre il canale americano CW ha ospitato il ritorno in onda del barbarico serial tv “Smallville”, che quest’anno festeggia la bellezza di nove (!) anni di vita. Ehm, urrà!

Al termine della scorsa stagione avevamo assistito, pur a malincuore, alla scomparsa di Lois Lane in un misterioso lampo luminoso. La procace giornalista del Daily Planet si era infatti imbattuta per caso nell’anello della Legione, capolavoro di nanotecnologia appena donato al collega Clark Kent dal viaggiatore temporale Cosmic Boy. Il contatto con il Flight Ring da parte del personaggio interpretato da Erica Durance ha dato però il via a una procedura imprevista che, presumibilmente, ha condotto la ragazza verso il 31esimo secolo.

Cosa è successo dunque a Lois durante il suo periodo di permanenza nella Metropolis del domani? Purtroppo, stando a quanto accaduto nei primi epidodi della nuova serie, non se ne sa una mazza.
Le uniche informazioni in merito sono reperibili giusto nella prima puntata, dal titolo “Savior”, nella quale la Lane è tornata in scena nel presente come se nulla fosse. Ecco come il sito Smallville Wikia riassume l’accaduto:

Chloe is shocked when Lois suddenly reappears after having been missing for weeks, but Lois has no recollection of vanishing into thin air with the Legion ring. [...]

Chloe visits Lois at the hospital and it’s clear that Lois doesn’t remember what has happened since she fought with Tess and disappeared. She realizes that the Red-Blue Blur saved her and saved Chloe from Doomsday as well. Lois remembers she was supposed to meet with the Red-Blue Blur at midnight and runs out, leaving the Legion ring behind.

Chissà se prima o poi questa trama tornerà a far parlare di sè, o se gli sceneggiatori considerano già chiuso l’argomento. Per quanto mi riguarda, un urlo squarcia la mia stanza: aridateme “Quantum Leap”!

Lois si imbatte nel Legion Flight Ring nel finale dell'ottava stagione di Smallville

Lois si imbatte nel Legion Flight Ring nel finale dell'ottava stagione di Smallville