Articoli marcati con tag ‘Legion of Super-Heroes (vol.V)’

Legion economy: vendite DC di maggio 2010

lunedì, 28 giugno 2010
Ascolta con webReader

Legion of Super-Heroes (vol.VI) #1 (second printing)

Legion of Super-Heroes (vol.VI) #1 (second printing)

Lo scorso mese di maggio è stato testimone di un vero e proprio sbarco “en masse” della Legione sugli espositori delle fumetterie americane. Oltre all’esordio del “volume VI”, infatti, la checklist riportava altri due titoli direttamente legati a Saturn Girl e soci: “Adventure Comics” (vol. III) #12, di Levitz e Sharpe, e “The Brave and the Bold” (vol. II) #34, di Straczynski e Saiz.
Purtroppo, la risposta dei negozianti a questa triade di proposte DC Comics non è stata delle più incoraggianti, come dimostrano i timidi risultati evidenziati dalla Top 300 Diamond:

#39) LEGION OF SUPER HEROES #1 (€ 3,99): 44,415 copie ordinate dai negozianti (16esimo albo DC in classifica, 12esimo escludendo i “doppioni” di testate uscite più volte nel corso del mese)
#54) ADVENTURE COMICS #11 ($ 3,99): 34,794 copie
#94) BRAVE AND THE BOLD #34 ($ 2,99): 21,758 copie

Se la seconda voce in elenco avanza per inerzia sulla mediocre scia dei mesi precedenti, la terza prosegue un cammino sottotraccia che ha purtroppo segnato fin dal principio l’incompresa gestione della stella Straczynski.
Di “Legion of Super-Heroes” (vol. VI) #1 invece, come già segnalato in questo articolo, è stata già annunciata una seconda edizione, a testimonianza di un risultato positivo che ha saputo superare i paletti della chart.
A stabilire più sensatamente le dimensioni del successo di questo “sold out” ci viene incontro il sito icv2, i cui dati stimano per l’opera di Paul Levitz e Yildiray Cinar un ordine iniziale di 44,415 copie, variant cover compresa. Considerando gli eventuali riordini dell’ultimo minuto, credo sia plausibile ammettere che la prima infornata del #1 ammontasse globalmente a circa 50 mila copie, una quantità che nel panorama del comicdom contemporaneo è da ritenersi più che rispettabile. Soprattutto per un franchise come quello della Legione, che negli ultimi due decenni non si può certo dire abbia fatto faville.
Tuttavia è d’obbligo notare che, in anni recenti, altri debutti legionari hanno saputo anche ottenere – se pur in condizioni particolari – risultati più polposi. (altro…)

Avvistamenti legionari: uscite di aprile 2010 (prima parte)

venerdì, 22 gennaio 2010
Ascolta con webReader
Supergirl (vol.IV) #52

Supergirl (vol.IV) #52

Coi petti ancora gonfi di entusiasmo per le ultime e incoraggianti notizie, i fan della Legione tornano già a leccarsi i baffi.
L’ultima infornata di solicitations DC è eccezionalmente densa di novità per i seguaci di Saturn Girl e soci (la lista completa è leggibile a questo link): come a segnare il conto alla rovescia verso il “volume VI” di Levitz e Cinar, ad aprile ci attende, infatti, la seconda tranche di “Brainiac and the Legion of Super-Heroes”, capitolo conclusivo della lunga saga legionaria iniziata nel 2006 con la “Lightning Saga”.
Ecco l’elenco ordinato dei capitoli del crossover, che prosegue dalla checklist del mese di marzo:

- Adventure Comics (vol. III) #8: prologo (3 marzo 2010)
- Superman: Last Stand of New Krypton #1 (di 3): prima parte (10 marzo 2010)
- Supergirl (vol. IV) #51: seconda parte (17 marzo 2010)
- Superman #698: terza parte (24 marzo 2010)
- Adventure Comics (vol. III) #9: quarta parte (31 marzo 2010)
- Superman: Last Stand of New Krypton #2 (di 3): quinta parte (7 aprile 2010), di Robinson, Gates e Woods
- Adventure Comics (vol. III) #10: sesta parte (14 aprile 2010), di Robinson, Gates, Trautmann, López, Henry e Gallo
- Supergirl (vol. IV) #52: settima parte (21 aprile 2010), di Gates e Igle
- Superman #699: ottava parte (28 marzo 2010), di Robinson e Chang
- Superman: Last Stand of New Krypton #3 (di 3): nona e ultima parte (28 marzo 2010) di Robinson, Gates e Woods

Per i meno pretenziosi, il menu offre anche un piatto mediocre come R.E.B.E.L.S. (vol. II), di Bedard e St. Aubin. La copertina del #15 promette un ulteriore nuovo ingresso nel team protagonista, guidato dal coluano Vril Dox II: in effetti, considerato l’alto grado di approfondimento finora garantito dall’autore ai singoli personaggi, l’idea di aggiungere altra carne al fuoco pare proprio l’ideale. Yawn.
Inoltre, altre uscite legate tangenzialmente alla Legione saranno segnalate in un immnente articolo integrativo: stay tuned!
Da segnalare, infine, l’annuncio della versione in brossura di un paio di volumi usciti esattamente un anno prima in edizione cartonata: si tratta di Legion of Super-Heroes: Enemy Manifest TP, di Shooter, Manapul e AA. VV, e Superman: New Krypton vol. 1 TP, di AA. VV.
Come sempre, per consultare i testi completi delle solicits appena discusse basta cliccare qui di seguito. (altro…)

Edicola legionaria: “Final Crisis: Legion of 3 Worlds” HC e “Superman: Secret Origin” #2

venerdì, 27 novembre 2009
Ascolta con webReader
Final Crisis: Legion of 3 Worlds HC

Final Crisis: Legion of 3 Worlds HC

Per quanto riguarda le uscite di ottobre 2009, mi sono ritrovato ad averle recensite in un post a dir poco chilometrico. Per non tediare più del necessario i miei pazienti seguaci, ho così deciso di troncare in due l’articolo monstre: oltre a quello che state leggendo, che raccoglie le comparsate non-regolari, ne troverete online un altro nel giro di qualche giorno. Siateci!

Inevitabile iniziare con uno sguardo a Final Crisis: Legion of 3 Worlds HC (del 21/10), raccolta deluxe della celebre miniserie uscita a cavallo tra il 2008 e il 2009. Su questo prodotto, ottimamente illustrato da George Pérez e Scott Koblish, ho già speso molte parole, ma vale la pena approfittare dell’uscita dell’hardcover per tirare le somme in un’unica, rapida, review.
Come aperitivo, un breve accenno alla trama. Superboy Prime, malvagio alter-ego alternativo dell’Uomo d’Acciaio, ha radunato un’assemblea di tipacci, con i quali sta mettendo a ferro e fuoco il mondo del 31secolo. Per risolvere il grave problema, la Legione dei Super-Eroi ha richiamato a sua volta un aiuto dal Multiverso, nella forma delle Legioni alternative di Terra-247 e Terra-Prima. Seguono pesanti mazzate. (altro…)

Avvistamenti legionari: uscite di settembre 2009

mercoledì, 24 giugno 2009
Ascolta con webReader

Spero che la scorpacciata di agosto, mese ricco di novità Legion-related grazie al coinvolgimento di Mon-El nel crossover “Codename: Patriot”, non abbia abituato male il pubblico degli amanti di Lightning Lad e soci, perchè a Settembre si ritorna al consueto regime di dieta stretta.
Ne è simbolo evidente il fatto che, al ritorno dalle vacanze estive, il team di eroi del 31esimo secolo sarà protagonista solo di una striminzita “second feature” sulle pagine di Adventure Comics (vol.III) #2, ad opera del trio di Johns, Shoemaker e Henry. E chissà se per allora avremo già letto il finale di “Final Crisis: Legion of 3 Worlds”, che nel frattempo è stato nuovamente rinviato, questa volta al 22 luglio!

Sul fronte degli spin-off, principali latori di soddisfazioni legionarie in questo difficile 2009, si prosegue con la noiosa epopea spaziale di Bedard e Clarke, su R.E.B.E.L.S. (vol.II) #8, e con l’affascinante “Anno Uno” di Mon-El su Superman #692, realizzato da Robinson e Guedes.
L’orbita dei fumetti dell’azzurrone potrebbe regalare gradite sorprese agli aficionados anche con Superman: Secret Origin #1, di Johns e Frank, prima istanza di una ennesima interpretazione della genesi dell’alter-ego di Clark Kent. Alla luce delle rivelazioni della “Lightning Saga”, che ha riproposto nella continuity del DC Universe alcuni elementi di quella pre-Crisis, gli autori prenderanno infatti in considerazione anche l’amicizia giovanile tra Kal-El e la Legione dei Super-Eroi, già destinata a ricoprire un ruolo centrale nel #2 di questa promettente miniserie.

Sul fronte dei volumi, l’unica novità degna di nota è la riproposta in versione brossurata di un tomo già edito dalla DC in veste cartonata. Si tratta di Legion of Super-Heroes: Enemy Rising TP, che ristampa l’esordio di Jim Shooter e Francis Manapul alle redini della defunta “Legion of Super-Heroes” (vol.V).

Per consultare la lista completa delle solicitations DC di settembre basta visitare uno dei seguenti link, navigando verso i lidi di Newsarama o Comic Book Resources. Per limitarsi, infine, a dare un’occhiata alle informazioni riguardanti i comics da me selezionati nella prima parte dell’articolo, basta invece cliccare sul collegamento qui di seguito. (altro…)

Edicola legionaria: uscite di maggio 2009

giovedì, 18 giugno 2009
Ascolta con webReader

Tutto tace sul fronte legionario! E infatti, da queste parti non si sente volare una mosca da parecchi giorni.

L’unico progetto in essere direttamente dedicato agli eroi del 31° secolo è “Final Crisis: Legion of 3 Worlds”, che la DC sta sadicamente propinando ai lettori col contagocce. La miniserie di Johns e Pérez, composta in totale da soli cinque capitoli, avrebbe infatti dovuto essersi conclusa ben sei mesi fa; invece, al momento, il finale è previsto per luglio.
L’imbarazzo da parte dell’editore è palpabile, al punto che questi preferisce visibilimente evitare che vengano spese ulteriori parole sull’argomento. Nessuna novità, nessuna anteprima, nessun riferimento alla cosa da parte degli autori nelle loro numerose interviste in giro per la rete. Bye bye, hype.

Idem sul fronte di “Adventure Comics” (vol.II), nuova collana che a partire dal prossimo agosto presenterà ogni mese la bellezza di 8 tavole (sigh) dedicate al più amato team futuribile DC Comics. Ma i riflettori hanno già perso intensità anche su questa serie, è già notizia di ieri, e quel poco che traspare riguarda unicamente il protagonista della feature principale della testata, Kon-El, per gli amici il Superman-Emo.

Da un lato, questo vuoto sul fronte delle news mi concede del tempo extra per lavorare a quello che vorrei diventasse invece il piatto forte delle pagine virtuali di questo blog, la mia rilettura cronologica di tutte le storie mai uscite della Legione. A presto per ulteriori sviluppi su questo fronte.
Mentre quel piatto è ancora in preparazione, non mi resta che dedicarmi alle recensioni in breve di quel poco materiale pertinente uscito oltreoceano lo scorso mese. Poco, sì, ma buono? Per saperlo, leggete il resto di questo articolo! (altro…)

Interviste su e giù per il tempo: Mark Waid e Dan DiDio

giovedì, 30 aprile 2009
Ascolta con webReader

In questi giorni, il web ha visto la pubblicazione di due interviste di enorme interesse per tutti gli appassionati della Legione. Entrambe, a loro modo, possono essere paragonate a delle finestre sulla storiografia del franchise fantascientifico della DC Comics. La prima, è uno sguardo al passato; la seconda, al futuro.

In un lungo articolo datato 27 aprile, AICN (edit: link rimosso causa spam) ha confessato lo scriba Mark Waid, professionista di lungo corso nel comicdom supereroico statunitense. Il sito ha approfittato dell’occasione per ripercorrere con Waid tutta la sua ricca carriera di sceneggiatore, ma anche di semplice appassionato. Dal canto suo, l’autore dell’Alabama ha dato gran soddisfazione all’intervistatore e, come d’abitudine, non si è tirato indietro dal parlare con schiettezza, levandosi pure qualche sassolino dalla scarpa.
Tra il 2004 e il 2007, Waid è stato responsabile di quella che a mio modo di vedere è la peggiore parentesi della Legione. Credo sia stato in quella occasione che io lo soprannominai “il malefico trippone”. In sintesi, nel tentativo di rilanciare la serie, egli eseguì un secondo “reboot” alla contiuity legionaria (il primo ebbe luogo nel 1994), proponendo una ennessima – ma soprattutto una pessima – riscrittura da zero del futuro del DC Universe. Ecco cosa l’attuale Editor-in-Chief dei Boom Studios ricorda di quella devastante esperienza:

Il volume con gli ultimi episodi della Legione scritti da Mark Waid. Disegni di Barry Kitson

Il volume con gli ultimi episodi della Legione scritti da Mark Waid. Disegni di Barry Kitson

BM: Was the LEGION OF SUPER-HEROES a difficult property to tackle given the numerous incarnations and histories involved with the team even though you essentially relaunched the book? Was this a book you had always had your sights on?

MW: I’d actually already written it for a while back in ’94. And next to Superman, it’s always been my favorite longtime DC property. Paul Levitz is the only person I’ll allow is a bigger lifelong fan of the Legion than I am. I love everything about their history and know it better than I know my own family’s. Problem was, that history was badly broken. CRISIS ON INFINITE EARTHS and the John Byrne SUPERMAN reboot and a few other storylines had really wrecked the Legion’s continuity beyond repair, and no matter how fast we ran around trying to patch the raft, some other ripple in DC continuity was blowing another hole in it, to the point where Legion history seemed like nothing BUT hasty patches.

The absolute, irrefutable reality was that by the early 2000s, new-reader perception of the Legion was that it was an impenetrable read full of mismatched history that made no sense. You can argue all you like that this perception wasn’t fair or accurate, if you’re so inclined, but it didn’t matter. That was the series’ reputation, and it hardened around the characters like cement. We couldn’t give that book away no matter how good it actually was. In fact, it’s forgotten, but the last time it was relaunched around about 2000 (as THE LEGION by Abnett and Lanning), you could not have asked for a greater promotional push. Wizard Magazine promoted it with giveaways, and they NEVER promote DC. Ads were everywhere, retailer incentives were created…and it was still pretty well D.O.A.

So in 2005, I was asked if I wanted to come aboard, and I felt there were only two ways to go–either try to get back to Silver Age continuity, which was flatly impossible in part because of the ongoing litigation between the Siegel estate and DC over who owned Superboy–or plant a giant flag that said, “Everything starts fresh here, it’s all new, it’s a total reboot and we’re all on the same page, readers and creators.” I chose the latter path, for good or ill. Barry Kitson and I worked out their entire world, including origin material you’ll never see, and (at the suggestion of writer Tom Peyer) rethought the Legion as less of a super-team and more of a political movement. And we got some mileage out of it, and I like what we did.

But now we’re back to what I was saying before–how liquid DC continuity was at the moment. While we were busting our asses to rebuild the franchise (and getting periodic fan notes from Paul Levitz, which were gold to me), a whole different editorial office was allowing Brad Meltzer to undo absolutely all our hard work for one of his JLA stories, which (he’d been told) could star the 1980s Legion, as if ours never existed. I don’t blame Brad at all, but boy, was that mismanaged on all levels–because it was deliberately kept secret from us until it was on the verge of being printed. I would have JUMPED at the chance to play along somehow, thus strengthening a new Legion series that were on about issue four or five of, rather than sending a message that our Legion was just some sort of aberrant fan-fiction. (Yes, I’m still pissed.) Barry and I were dealt with in unbelievable bad faith, which I could have endured, but it wasn’t just about Barry and me; it made DC as a whole just look stupid and uncoordinated, and I still love DC enough to hate when that happens.

Eventually, long after Barry and I finished our run, Superboy was returned to DC and Geoff Johns now has the opportunity to re-re-re-relaunch the Legion as its Silver Age incarnation, and more power to him. On the one hand, I wish we’d had that chance, but the timing wasn’t right and it wasn’t in the stars. On the other hand, I have no regrets because I have to work extra-hard sometimes to convince some readers that I’d much rather move forward than backward.

In sintesi, Waid sostiene di essere stato “castrato” da limiti editoriali di cui, evidentemente, non sta soffrendo Geoff Johns con la sua “Final Crisis: Legion of 3 Worlds”. Dovendo girare attorno all’ostacolo, l’autore di “Kingdom Come” ha fatto quindi un tentativo, sfruttando le armi che poteva. Una specie di McGyver del fumetto, insomma. Purtroppo, è andata male. Pazienza.
Le argomentazioni esposte nel brano da me appena riportato, però, non mi convincono. In primis, il fatto che i lettori considerassero “impenetrabili” i fumetti della Legione è un pregiudizio, reale, che soluzioni come un “reboot” non potevano che aggravare ulteriormente. E’ un po’ come cercare di placare un incendio con la benzina: dannoso per la salute e per il portafogli.
Inoltre, la reinterpretazione operata da Waid fu troppo “radicale” e lontana dal concept di base della Legion of Super-Heroes: da gruppo di persone apparentemente distanti ma unite nel profondo da comuni ideali positivi, la versione del 2004 presenta invece dei ragazzi viziati, ribelli e in piena crisi isterica adolescenziale. Inevitabile l’alienazione sia da parte dello zoccolo duro del fandom, me compreso, che dagli attesi nuovi lettori fra i giovani, che probabilmente avranno ripiegato su fumetti che non li dipingevano con gli occhi di un vecchio padre deluso.
So long, Mark!

Mentre AIC ospita lo sfogo di Waid nei confronti dell’ex boss Dan DiDio, andate a leggere cosa dice lo sceneggiatore a proposito della genesi del settimanale “52″, l’istituzionale Newsarama, detto anche il “Porta a Porta” dei comics, pubblica invece un’intervista promozionale allo stesso Executive Editor della DC.
Rispondendo a una sfilza di domande di vario genere, il baffuto “capo dei capi” italoamericano ha snocciolato anche qualche anteprima Legion-related, tra cui, Deo gratias, una data di uscita ufficiale per “Adventure Comics” (vol.III):

3. Can you give any information about the Superman crossover that’s coming up in August?
DD: I can’t give much information other than to say that it deals around the events and situations that are taking place on the world of New Krypton.
NRAMA: So it’s a New Krypton-based story?
DD: It’s a New Krypton-based story taking place within the Superman group of books.

5. Something that Tony Bedard mentioned back at the start of R.E.B.E.L.S. – there was a companion project that was planned to go with R.E.B.E.L.S. – is that still happening?
DD: Sure is – there’s going to be a one-shot story of Starro the conqueror that will introduce Starro in a brand new light coming very soon.

7. We have a few more questions asking about the Batgirl series – is it something that’s still out there, or is it something that will be retro-solicited after, perhaps, the conclusion of the Oracle miniseries?
DD: No – it’s not going to be retro-solicited. It will be hitting shops in August. As will Adventure Comics.

Se con l’addio di Waid si è chiusa una porta per la Legione dei Super-Eroi, con la nuova serie di “Adventure Comics” potrebbe aprirsi, di contro, il proverbiale portone. Ce la faranno i nostri eroi a rifare un ingresso in pianta stabile nella checklist mensile DC Comics? Lo scopriremo, forse, a partire da agosto.