Articoli marcati con tag ‘Codename: Patriot’

Avvistamenti legionari: uscite di febbraio e marzo 2011

venerdì, 31 dicembre 2010
Ascolta con webReader
Legion of Super-Villains #1

Legion of Super-Villains #1

Per non finire l’anno con troppi sospesi, pongo il sigillo finale sul 2010 con uno sguardo alle uscite legionarie di Febbraio e Marzo prossimi, che da diverso tempo attendevano il loro turno di sfilare su queste pagine.

Il materiale da tenere d’occhio è davvero molto, e lascia presagire una primavera assai succosa per tutti gli aficionados del team futuribile. A partire da Legion of Super-Villains #1, di Levitz e Portela, one-shot marzolino che, a quanto pare, dovrebbe aprire le danze di un importante evento Legion-related. Che sia forse di Flashpoint, l’imminente crossover di Geoff Johns che si prospetta giocato sui viaggi nel tempo?

Personalmente, tuttavia, le uscite che ho marcato con maggior impazienza sul calendario sono quelle di Adventure Comics #523 e #524, primi due capitoli della storyline sulla Legion Academy che tanto mi ha impressionato nella sua anteprima di due mesi fa sul “volume six”. Oltre alla presenza tra gli autori del solito Levitz, da sottolineare sul versante artistico quella di Phil Jimenez, penciler di ottimo livello già ammirato in anni recenti su “Astonishing X-Men” e “Amazing Spider-Man”.
A proposito di “Adventure Comics”, una piccola segnalazione off-topic: i collezionisti dello storico titolo DC tengano conto che la backup feature su Atomo terminerà in uno speciale ad hoc, Giant-Size Atom #1. Se vi siete appassionati a questa storia, quindi, non fatevi sfuggire quest’albo, di Jeff  “Superboy” Lemire e Mahmud Asrar.

Proseguono inoltre, come di consueto, la collana regolare dedicata a Saturn Girl e soci – ricordate dunque di prenotare Legion of Super-Heroes (vol. VI) #10 e #11, di Levitz e Cinar – e lo spin-off R.E.B.E.L.S. (vol. II), di Bedard e St. Aubin, che nei numeri #25 e #26 vedrà il ritorno di – ulp! – Starro il Conquistatore.

Per concludere, una sfilza di segnalazoni nella zona volumi. Le più significative sono Legion of Super-Heroes: The Choice HC, che ristampa il primo ciclo di storie del “volume six” levitziano; Superman/Batman: Worship TP, che raccoglie l’osceno team-up coi World’s Finest recensito a suo tempo in questo articolo; e Superman: Codename Patriot TP, versione brossurata dell’hardcover già edito l’anno scorso e che vede Mon-El tra i co-protagonisti.
Booster Gold: Past Imperfect TP, di Giffen/DeMatteis e Batista, e Time Masters: Vanishing Point TP, di Dan Jurgens, contengono invece dei meri camei della Legione, brevissimi ma comunque simpatici.

Per leggere i testi completi delle solicitations appena discusse, cliccate il link di seguito. E un buon San Silvestro a tutti! (altro…)

A pesca su Amazon: arrivano i classici di Superboy!

lunedì, 28 dicembre 2009
Ascolta con webReader
Superman: Secret Origin Deluxe Edition HC

Superman: Secret Origin Deluxe Edition HC

A tutti gli aficionados rimasti delusi dalle ultime solicitations DC, a mio avviso particolarmente avide sul fronte delle ristampe in volume, consiglio di cimentarsi nella “pesca” sul sito di Amazon, il cui database brulica di interessanti anteprime sui futuri, golosi prodotti da libreria dell’editore di “Detective Comics”.
I Legion-addicted dal palato più fino, ad esempio, troveranno immediata sollecitazione delle papille gustative nell’apprendere dell’uscita di tre pezzi dedicati, almeno in parte, allo storico Superboy della golden e silver age.

Si comincia con Adventures of Superboy: Book One HC (attualmente previsto per 13 luglio 2010), primo di una serie di tomi dedicati alla ristampa integrale e cronologica delle avventure del Ragazzo d’Acciaio.
Purtroppo, le caratteristiche dell’edizione (prezzo, formato) fanno temere che il materiale qui proposto non sia stato filtrato da un opportuno restauro, ma provenga piuttosto da scansione diretta dei floppies d’epoca. Da appassionato ed esteta, mi auguro vivamente che non sia così: il caso di ciofeche come il famigerato Superman: Kryptonite Nevermore HC dovrebbe testimoniare con sufficiente eloquenza la necessità di evitare simili strategie al risparmio.

Sempre indirizzato ai nostalgici della silver age è DC Universe Illustrated by Neal Adams: The Covers HC (7 settembre 2010), che in teoria dovrebbe raccogliere anche le copertine che l’artista newyorkese ha realizzato per “Adventure Comics” (vol. I) e “Superboy” (vol. I) a cavallo tra gli anni ’60 e ’70. Una curiosità: nel primo caso, alcune furono disegnate su layout di un Jim Shooter appena adolescente!

Per concludere la carrellata sull’alter-ego del giovane Clark Kent, segnalo il recente reimaging delle origini dell’Uomo d’Acciaio da parte di Geoff Johns e Gary Frank, destinato a raggiungere anche gli scaffali dei bookshop di varia nella pregiata edizione di Superman: Secret Origin Deluxe Edition HC (8 giugno 2010). Nell’attesa, i più curiosi possono reperire, a questo link, la mia rapida recensione al secondo capitolo dell’opera.

Altre anticipazioni legate al mondo della Legione sono Legion of Super-Heroes: Enemy Manifest TP (11 maggio 2010), di Shooter, Manapul e AA. VV, R.E.B.E.L.S. vol. 2: Strange Companions TP (10 agosto 2010), di Bedard, Clarke e AA. VV, e Justice League of America: Team History HC (7 settembre 2010), di Robinson e Bagley, che dovrebbe contenere l’ingresso nella Lega della Giustizia da parte di un giovane Mon-El.

Avvistamenti legionari: uscite di febbario 2010

domenica, 29 novembre 2009
Ascolta con webReader
Una tavola di Travis Moore da "Countdown to Adventure" #2

Una tavola di Travis Moore da "Countdown to Adventure" #2

Giusto in tempo per festeggiare il mio compleanno, da febbraio la Legione si prende un (ennesimo) periodo sabbatico. Di tempo indeterminato. Mavvaff…!

Orfana di Geoff Johns, Adventure Comics (vol. III) attende l’ingresso del nuovo sceneggiatore regolare, Paul Levitz, con un episodio apparentemente al risparmio. Ai testi, il mediocre Tony Bedard; alle matite lo sconosciuto Travis Moore, già apparso in casa DC nei credits della dimenticabile “Countdown to Adventure” (2007) e in poco altro ancora. Tema dell’episodio: Black Lantern Superboy. E, forse, l’elemento più “cheap” del menu è proprio quest’ultimo.
Per la cronaca, invito a non lasciarsi ingannare dal nome della Lanterna Nera protagonista: senza fare spoiler, dico solo che, stando agli sviluppi di “Blackest Night” #5, potrebbe trattarsi di un colpo di scena molto meno eclatante di quanto invece appaia.

Per fortuna, tra il profumo dei dolci carnevalizi e il fruscio dei coriandoli, almeno l’ultimo baluardo Mon-El regge ancora, e in dose doppia. Oltre al consueto appuntamento su Superman #697, di Robinson/Chang, il daxamita timbrerà infatti il cartellino anche sulle pagine di Action Comics #886, di Robinson/Rucka/Cafu, dove andrà a rimpinguare il cast della backup story di Capitan Atom.
Il giovane difensore di Metropolis è anche tra i protagonisti di Superman: Codename Patriot HC, tomo cartonato che ristampa la discreta storyline già recensita dal sottoscritto in questo articolo.

Ah, per febbraio è previsto anche R.E.B.E.L.S. (vol. II) #13, di Bedard e St. Aubin. Penultimo capitolo della, ehm, affascinante saga di Starro il Conquistore. Yaaawn. (altro…)

Edicola legionaria: “Codename: Patriot” e altre uscite di agosto 2009

domenica, 20 settembre 2009
Ascolta con webReader

Più che dall’insipido esordio di Adventure Comics (vol.III) #1 (12/8), la cui amara “recensione” del sottoscritto è reperibile a questo link, per gli aficionados della Legione lo scorso mese di Agosto è stato caratterizzato dall’attesa storyline di “Codename: Patriot”.

Superman #691

Superman #691

La saga, annunciata da tempo, ha coinvolto Mon-El e il resto del cast delle Super-collane in una leggibile caccia all’uomo, tutta azione e colpi di scena. La trama, più complessa di quanto non si direbbe dal mio breve  sunto, vede l’Uomo d’Acciaio e soci inseguire le tracce di un odioso complotto per minare il già precario equilibrio politico tra la Terra e la neonata comunità di New Krypton.
Un pregio di questa storia, che noteranno meglio di me tutti coloro che avranno modo di godersela in volume, è l’assoluta fluidità nello scorrere da un capitolo all’altro. Di solito, nel caso di eventi come questo, la staffetta tra i diversi team di autori delle varie testate coinvolte comporta il frammentarsi dello stile narrativo e del focus, che di volta in volta va ad oscillare arbitrariamente sul protagonista del titolo di turno. In questo caso invece, complice il ristretto numero di cervelli coinvolti nella realizzazione del progetto, c’è invece grande omogeneità nella narrazione dall’inizio alla fine.
Attenzione però: come ognuno dei tasselli dell’epopea di New Krypton, anche questo ennesimo capitolo non è gran che godibile da solo, ma necessita di essere apprezzato nel contesto del resto della saga. Sorry, newcomers.
Molto alto, infine, il livello medio dei disegni, davvero validi. Un plauso speciale, per quanto mi riguarda, al penciler Julián López, in crescita costante e redditizia.
Dopo un prologo apparso sulle pagine di Superman Secret Files 2009 (5/8), “Codename: Patriot” si sviluppa su: Superman: World of New Krypton #6 (5/8), di Greg Rucka, James Robinson e Pete Woods; Action Comics #880 (12/8), di Rucka e López; Supergirl (vol.IV) #44 (19/8), di Sterling Gates e Jamal Igle; Superman #691 (26/8), di Robinson e Renato Guedes.
Segnalo inoltre agli aficionados più maniacali che il successivo albo in ordine di lettura, Superman’s Pal Jimmy Olsen Special #2 (26/8), di Robinson e Bernard Chang, presenta anch’esso una brevissima sequenza con protagonista il giovane Mon-El. Motivo in più per acquistare un pezzo interessante di per sè! (altro…)

Un pesce di nome Superboy

martedì, 25 agosto 2009
Ascolta con webReader
Superboy (vol.I) #171 (1971)

Superboy (vol.I) #171 (1971)

Lo stereotipo del fumettofilo vede questo complesso tipo umano come una figura generalmente avulsa da ogni genere di attività fisica. Non è affatto così, anzi! Ne è la dimostrazione il cosiddetto “Amazon fishing”, cioè lo sport della pesca… praticata tra le uscite del noto bookstore online.
Per praticare questo spassoso passatempo non serve la lenza ma un filo ben più robusto: il cavo di rete. Interrogando nel modo giusto il motore di ricerca di Amazon, è possibile “pescare” in anteprima i titoli e le date di uscita di volumi non ancora annunciati ufficialmente dalle publishing house d’oltreoceano.
Nel caso della DC Comics, sono diverse le uscite Legion related ad aver abboccato all’amo: eccone, qui di seguito, un elenco completo.

  • >> Superboy: The Greatest Team-Ups Ever Told TP (in uscita il 12 gennaio 2010): questa è senz’altro la novità più sorprendente. Il Ragazzo d’Acciaio è stato fino ad oggi una delle vittime più illustri della nota battaglia legale tra la DC e gli eredi dei Siegel, che negli ultimi anni hanno giustamente scomodato i tribunali per ottenere almeno una parte dei diritti d’autore negati a “papà Jerry”. In particolare, mentre schiere di legali si davano pugna attorno alla reale paternità di Superboy, gli scaffali dei comics shop hanno dimenticato cosa si prova ad esporre un albo o un volume del Ragazzo del Domani: non più! Per inciso, al di là del peso storico della figura del giovane Kal-El nel mythos legionario, il titolo della raccolta suggerisce la presenza degli eroi del 31esimo secolo tra gli ospiti di questo “best of”.
    .
  • >> Starman Omnibus Vol. 4 HC (in uscita il 9 febbraio 2010): anche se non è ancora dato sapere il contenuto esatto di questo volume, in ogni caso consigliatissimo con il resto della saga di Jack Knight, si direbbe che tra le storie ivi raccolte ci sia anche “Stars, my destination”, che vede un delizioso cameo dello Star Boy della Legione post-Ora Zero. Il costo di questi omnibus è un po’ altino, ma non lasciatevi scoraggiare: si tratta di tomi di pregio, sì, ma anche molto corposi!
    .
  • >> Sempre ad opera di James Robinson, prosegue la ristampa delle gesta del giovane Mon-El nella Metropolis del presente. Amazon annuncia ben tre volumi all’orizzonte in questo senso: si tratta, in ordine di lettura, di  Superman: New Krypton Vol. 3 HC (in uscita il 9 marzo 2010), Superman: Mon-El Vol. 1 HC (in uscita il 9 febbraio 2010) e Superman: Codename Patriot HC (in uscita il 13 aprile 2010). Di queste storie ho già parlato a lungo nelle mie review, alle quali rimando chi fosse alla ricerca di ulteriori informazioni sull’argomento.
    .
  • >> La carrellata si conclude con R.E.B.E.L.S.: The Coming of Starro (in uscita il 12 gennaio 2010), che ripropone il primo ciclo della neonata space opera di Tony Bedard, Andy Clarke e Claude St. Aubin. Ancora una volta, rimando chi volesse approfondire alle mie certosine review.

Codename: Preview

venerdì, 14 agosto 2009
Ascolta con webReader
Mon-El e Jimmy Olsen in un'anteprima di "Codename: Patriot"

Mon-El e Jimmy Olsen in un'anteprima di "Codename: Patriot"

In questi giorni di agosto che scorrono come torrenti di melassa, le previsioni meteo ribadiscono con una punta di sadismo ciò che il fisico ha già colto con fastidio dal contatto appiccicaticcio coi vestiti: fa un caldo pazzesco. Eppure negli States deve pur piovere, perchè nelle ultime ore la rete ha visto pullulare anteprime legionarie come fossero… funghi. Preview (d’autunno) nella preview.

The Source ha finalmente alzato il velo sull’attesa backup feature legionaria di “Adventure Comics” (vol. III) #1. La storia, scritta dall’onnipresente Geoff Johns, è illustrata dalla passabile matita di Clayton Henry (“Uncanny X-Men”, “Incredible Hercules”). Che, a giudicare da queste pagine, dovrebbe iniziare ad esercitarsi un po’ di più sui volti maschili, che appaiono tutti tragicamente simili tra loro. Legion of Oompa Loompas?

Il blog ufficiale del DC Universe ha novità anche riguardo a “Codename: Patriot”, la storyline che nelle prossime settimane coinvolgerà i principali titoli legati all’Uomo d’Acciaio. Inevitabile quindi la presenza in scena del giovane Mon-El, attuale protagonista della collana “Superman”. Ecco come l’editor Matt Idelson descrive la trama dell’evento:

After spending so much time and effort on the Kryptonians and Earth’s new protectors, it’s time to show why Earth as an adversary is no wilting flower. Over the course of this month, we’ll see the full scope (well, some of it, anyway) of Lane’s plans to protect Earth from the deadliest threat the world has ever faced (and not just in his mind), catch up with old friends like Atlas and Codename: Assassin, learn more about that odd woman with the funky blue eye named Mirabai, and even get to see some of our latest editions to the character stable like Flamebird and Nightwing cross paths with Mon-El and Supergirl. And no, it ain’t gonna be old home week.

Sempre a proposito del crossover, l’eroe daxamita fa la sua comparsa in questa piacevole anteprima da “Action Comics” #880, illustrata dall’ottimo talento di Julián López. Codename: Prezzemolo.

Per concludere, Newsarama sfoggia sette tavole sette da “R.E.B.E.L.S.” (vol. II) #7, prossimo episodio della saga fantascientifica di Tony Bedard ed Andy Clarke. La sequenza è un po’ splatter: mandate a letto i piccini!

SDCC ’09: Mon-El fa carriera! Benvenuto nella Justice League

giovedì, 30 luglio 2009
Ascolta con webReader
Uno schizzo del nuovo look di Mon-El

Uno schizzo del nuovo look di Mon-El

Immancabile come la scadenza di una cambiale, anche quest’anno la San Diego Comic-Con è tornata a rinfrescare con una ventata di novità fumettistiche gli ultimi scampoli di studio o lavoro per gli aficionados, sciolti dall’afa in attesa del meritato pit stop sotto l’ombrellone.
In maniera purtroppo coerente col totale disinteresse degli ultimi mesi, la DC non ha approfittato della convention per promuovere gran che la prossima feature legionaria in appendice ad Adventure Comics. Sigh.
Abbondano invece le novità a proposito del giovane Mon-El, attuale paladino di Metropolis in assenza del più noto Uomo d’Acciaio e inattesa primadonna sul palcoscenico dallo stand DC.

Durante la conferenza dal titolo “Superman: Two Worlds”, della quale è possibile leggere un sintetico riassunto a questo link, gli autori delle collane intitolate all’alter-ego di Clark Kent hanno prospettato per il daxamita un ritorno in vesti rinnovate. E, soprattutto, più “oscure”:

Coming out of  ‘Codename Patriot’, we’re going to finish the finish the book up to #700, with ‘Mon-el, Man of Valor,’ which will see him return darker, with a new purpose, and a new costume.

Vista la recente deriva della produzione DC Universe, dal taglio sempre più tetro e addirittura macabro (un esempio su tutti, il blockbuster estivo “Blackest Night”), non mi stupisce che anche per il daxamita le cose stiano per prendere una simile, discutibile, piega.
Personalmente, da amante del fumetto leggero ed escapista, mi auguro che James Robinson & co. non spingano troppo il pedale sull’acceleratore per quanto riguarda questa futura e fantomatica svolta “dark”. Definizione che, d’altronde, da sola non corrisponde certo a una dichiarazione di intenti univoca e inconfutabile. Insomma, sale l’attesa.

Per quanto riguarda invece il nuovo costume di Mon-El, un dubbio nasce spontaneo: che il brain trust supermaniano si sia lasciato ispirare dal Fashion Contest ospitato qualche settimana or sono su questo sito?
Del nuovo look, che è possibile ammirare in alto in uno schizzo tratto da The Source, è inevitabile sottolineare la (voluta) somiglianza con quello di Superman, del quale è quasi speculare. Una scelta, questa, motivata narrativamente da una sonora rivelazione emersa nella conferenza “DCU Editorial”:

The [new Justice League] team will have: Mon-El (in a new costume with a Superman “S” on it), Dick Grayson Batman, Donna Troy and Hal Jordan. The other characters are a “mystery,” says Robinson. One of them “mystery” members is Congorilla, Robinson pointed out.
Johns said the Legion are going to be in Adventure Comics and Superman, and play a big role the rest of this year and next.

Il neo sceneggiatore di “Justice League of America” (vol. II), James Robinson, che già cura il personaggio di Mon-El sulle pagine di “Superman”, ha dunque deciso di farsi accompagnare dall’eroe in rosso e blu anche nel nuovo impegno sull’ammiraglia DC.
E l’ex prigioniero della Zona Fantasma è in buona compagnia. Con lui, a completare il cerchio di una nuova “trinità” supereroica, anche Donna Troy e Dick Grayson, facenti le veci dei rispettivi mentori, Wonder Woman e Batman. Il team, la cui formazone completa non è ancora stata rivelata, sarà composto anche da Lanterna Verde (Hal Jordan) e Congorilla.

La nuova Justice League vista da Mark Bagley

La nuova Justice League vista da Mark Bagley

Le scarne informazioni sulla Legione vera e propria giungono dal solo “Superman: Two Worlds” panel, per bocca del prezzemolino Geoff Johns:

What Legion/Legions in “Adventure?” “You’ll see every Legion in ‘Adventure Comics’ eventually,” Johns said.

Superboy Prime will appear in “Adventure Comics” #4-5, Johns said.

Nulla di nuovo sotto il solleone, quindi. Specie per i lettori di “Final Crisis: Legion of 3 Worlds”, chiave di volta dello status quo legionario a venire, del cui recente finale trovate una mia lunga recensione in questo articolo.

La maggior soddisfazione per i Legion junkies è giunta dal “DC Nation”, teatro di una esilarante “gag” riportata dal blog Speed Force. Senza ulteriore commento, lascio godere anche a voi la risposta perfetta che un acuto fan ha rivolto a una domanda… retorica di Dan DiDio:

DD: “What did you like about “Legion of 3 Worlds” #5?”

Fan: “It finally came out.”

Avvistamenti legionari: uscite di agosto 2009

sabato, 23 maggio 2009
Ascolta con webReader

Dopo le vacche magre del mese scorso, agosto si preannuncia davvero come un mese caldo per gli amanti della Legione.
Non solo un giovane Mon-El è in prima fila tra i protagonisti degli albi legati all’Uomo d’Acciaio, coinvolti nel crossover “Codename: Patriot”, ma dopo una lunga attesa è finalmente in pista anche “Adventure Comics” (vol.III), neo collana ospite di una co-feature regolare sul più celebre team futuribile DC Comics.
La storia principale, incentrata sul personaggio di Superboy/Kon-El, è affidata alla coppia di Geoff Johns e Francis Manapul. L’artista filippino-canadese, già noto agli aficionados per il suo passato impegno su “Legion of Super-Heroes” (vol.V) al fianco di Jim Shooter, ha diffuso via blog le versioni in bianco e nero delle copertine del #1, che è possibile ammirare a questo link. La backup story, invece, è ad opera di Johns e Clayton Henry.
Da sottolineare, infine, che di questa serie è prevista l’uscita in due versioni con diversa numerazione, secondo il criterio spiegato in questo articolo.

Ad eccezione del solito “R.E.B.E.L.S.” (vol.II) di Bedard e Clarke, che provoca sempre più nel sottoscritto attacchi fulminanti di noia, tutti i titoli presenti della checklist sembrano degni di interesse. Si tratta di “Superman Secret Files 2009″ #1, di autori vari, e della triade curata dallo sceneggiatore James Robinson, ossia “Superman Annual” #14, “Superman” #691 e “Superman’s Pal, Jimmy Olsen Special” #2, rispettivamente illustrati da Javier Pina, Renato Guedes e Matt Camp. In particolare, l’annual si propone di offrire per la prima volta uno spaccato sulla cultura di Daxam, pianeta d’origine del legionario Mon-El.
Confuso tra le uscite agostane, infine, è giunto anche l’annuncio del volume cartonato di “Final Crisis: Legion of 3 Worlds”, di Johns e George Pérez, destinato però a raggiungere gli scaffali dei negozi solo nel mese di ottobre. Ordinatelo subito: meglio prevenire che…!

Per l’elenco completo delle solicitations, rimando ai siti Comic Book Resources e Newsarama. Nel resto di questo articolo, invece, seguono le informazioni dettagliate sui singoli albi appena descritti.

(altro…)

James Robinson, Mon-El e il “fumetto di formazione”

domenica, 17 maggio 2009
Ascolta con webReader
Tellus affronta Mon-El in "Legion of Super-Heroes" (vol.III) #26, disegni di Greg LaRocque

Tellus affronta Mon-El in "Legion of Super-Heroes" (vol.III) #26, disegni di Greg LaRocque

Come sottolineato di recente dallo scriba legionario Geoff Johns, negli ultimi mesi la collana “Superman” sta ospitando numerose trame di vivo interesse per tutti gli amanti del franchise futuribile DC per eccellenza. Autore della serie è il bravo James Robinson, salito sugli altari negli anni Novanta per il suo celebre impegno su “Starman” (vol.II) e da poco tornato al mondo dei comics dopo una pausa come screenwriter hollywoodiano.
Lo sceneggiatore inglese è alle prese con un compito difficile, quello di trainare una collana priva del suo stesso protagonista. Infatti, l’azzurrone ha lasciato la Terra per New Krypton, abdicando il ruolo di paladino di Metropolis ad alcuni fidi gregari come il nostro Mon-El.
Jeffrey Renaud di Comic Book Resources ha svolto con Robinson una lunga chiacchierata su questo tema, il cui risultato è l’articolo leggibile per intero a questo link. Eccone, intanto, i soli estratti Legion-related:

CBR: In “Superman” #687, Guardian says of Mon-El, “He’s not as elegant as Superman in the way he handles things… but he gets the job done.” Do you think that pretty much sums up the character?

James Robinson: The one thing, unfortunately, that really isn’t going to be a big surprise is that at some point, down the line, Mon-El is going to have to face the Phantom Zone, so that he can be the Mon-El that we know in the 30th century. Now, it occurred to me that it seems very inconsistent. Mon-El is actually an explorer. He’s not a superhero. He arrives on Earth and he’s almost immediately put into the Phantom Zone. And he’s stuck in there and when he appears in the future, and I know this is comics, but he’s pretty much fully formed as a Legionnaire. So this explains how he left to become the hero that he will be.

Metropolis of the 21st century is Mon-El’s training ground to become the legendary Legionnaire of the 31st century?

Yes, this is his training ground and it takes, through Superman, his powers, his abilities and the experience and wisdom of Jim Harper, the Guardian, to prepare him to just about fill Superman’s shoes. And you’ll see how, as book goes on, he becomes more and more the hero we know him to be in the future.

The book you’ve created has the feel of a team book. You’ve got Guardian, Mon-El, Black Lightning and Steel. Superman’s shoes are big ones to fill, but are you having fun with all these other toys from the DC sandbox while making them into a de facto team protecting Metropolis?

It’s a lot of fun. At the moment, it’s me getting all the pieces in place. Mon-El falling out of the sky at the end of the issue you just read [“Superman” #687] has ramifications that will make him a very different character. I place a lot of the credit on the shoulders of Dan DiDio. He didn’t want me to just write a Mon-El book. He asked me what is it that makes Mon-El unique? What makes him special? What makes him interesting and not just a watered down version of Superman? He really sort of set me some challenges. And I think I rose to the occasion but it was really him sort of pushing me to do more. As you see with the next issue and as we’re building to the crossover in August there’s more shades to this character than you might have thought.

Superman has to come back to “Superman” at some point. Is the hope that Mon-El is ready to star in his own book when that happens?

Well, honestly, I personally feel that he only has a certain sort of shelf life before he has to go back into the Phantom Zone. There are some stories that could be very nicely told about him that are less sort of Metropolis-centric. My ideal goal is to make him popular enough so that when Superman does return to the book, Mon-El at least gets a maxiseries or a miniseries that will lead to him going back into the Phantom Zone.

Colto da un raptus pubblicitario, Robinson ha inoltre diffuso i primi dettagli su “Codename: Patriot”, il crossover che coinvolgerà tutte le collane dell’Uomo d’Acciaio il prossimo agosto. La storia, realizzata a quattro mani con Greg Rucka, coinvolgerà inevitabilmente l’alter-ego di Lar Gand, anche se il personaggio non viene menzionato dagli autori nel corso delle interviste rilasciate a Newsarama e Comic Book Resources.

Ma il giovane daxamita non è l’unico eroe del XXXI° secolo ad aver trovato posto nel cast di “Superman”. Nei numeri in uscita nei prossimi mesi, infatti, avrà spazio anche l’alieno xenomorfo di nome Tellus, creato da Paul Levitz e Steve Lightle nel 1985 su “Legion of Super-Heroes” (vol.III) #14.
A confermare questo gradito ritorno, se non bastassero i numerosi indizi già disseminati da Robinson nelle sue storie degli ultimi mesi, ci ha pensato anche Johns, che così ha scritto nella sua pagina personale sul social network Twitter:

With @JamesdRobinson at a Mexican Bar plotting Legion stuff. No food, just drink and Tellus.

La prossima uscita di “Superman” sarà il #688, previsto nella checklist per mercoledì 27 maggio.